GRAPTOPETALUM BELLI

Originarie dell’America Centrale, le Crassulaceae, sono piante grasse che si prestano particolarmente anche ad essere utilizzate per giardini rocciosi.

IL GRAPTOPETALUM è una delle varietà di crassulaceae  tra le più diffuse.
Le foglie spesse, succulente, acquose e i fiori raggruppati in piccole ombrelle sorrette dallo stelo sono caratteristiche della specie.

Si contano  diverse varietà di Graptopetalum:

Ametistinum che sembra un piccolo arbusto, con foglie di colore grigio-blu

Pachyphyllum simile alla varietà precedente ma con le foglie bianche

Paraguayense dalle foglie bianco-grigie e con i fiori bianchi

Graptopetalum bellum, una pianta grassa ideale per gli interni che si caratterizza per i fiori rosa intenso o rossi  che sbocciano in primavera.

La Graptopetalum bellum è una specie quasi acuale, con le foglie riunite in rosette compatte che misurano dai 3 agli 8 centimetri, con la lamina fogliare grigio-verdastra. La Graptopetalum bellum è una varietà piuttosto facile da coltivare.
Ama le posizioni luminose, ma non va esposta direttamente ai raggi del sole, e i terreni fertili e ben drenati. Va innaffiata con moderazione solo durante la stagione vegetativa e il terriccio deve essere mantenuto quasi asciutto nei mesi invernali; non va esposta a temperature inferiori ai 7°C.

Nel periodo vegetativo (primavera)  va somministrato ogni 15 gg un fertilizzante liquido diluito nell’acqua di annaffiatura, cercando di non bagnare direttamente la pianta. La Graptopetalum bellum si riproduce per seme oppure facendo radicare le rosette laterali che si sviluppano alla base della pianta madre su sabbia quasi asciutta. Teme gli attacchi del ragnetto rosso, che produce macchie marroni sulle foglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *